1. Vai alla navigazione
  2. Vai al contenuto
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti OnlusSezione Provinciale di Bolzano

AUSILI TIFLOTECNICI E SUSSIDI OTTICI PER NON VEDENTI E IPOVEDENTI



L’utilizzo di ausili facilita o rende possibile alle persone minorate della vista il disbrigo di faccende quotidiane come, ad esempio, in caso di difficoltà in casa, nella cura e igiene della persona, nel leggere, nel telefonare, nel riconoscimento di banconote, nell’organizzazione del tempo libero, nell’orientamento, nel riconoscimento di scalini, gibbosità, ostacoli ecc.

Apparecchio di ingrandimento per ipovedenti gravi
Apparecchio di ingrandimento per ipovedenti gravi
Alcuni ausili sono:
  • orologi parlanti, sveglie, termometri per la febbre, sfigmomanometri, bilance
  • telefoni e cellulari con tasti e caratteri ingranditi oppure cellulari con una sintesi vocale
  • apparecchi per la lettura
  • sintesi vocale per il pc
  • lenti o apparecchi di ingrandimento per la casa o portatili, software di ingrandimento per il pc, occhiali ipercorrettivi e filtri per gli occhiali
  • bastoni bianchi come segno di riconoscimento o per l’orientamento e la mobilità
  • punti segnaletici adesivi per la casa
  • lettori daisy per ascoltare audiolibri e riviste


Consulenza di ausili da parte del Centro Ciechi St. Raphael



Presso il Centro Ciechi St. Raphael é istituita una apposita sala ausili dove vengono offerte delle consulenze individuali da parte di personale specializzato per la scelta di ausili. Certi ausili possono anche essere provati in occasione di una visita a domicilio.
Per fissare un appuntamento, rivolgersi ai numeri di telefono: 0471 442343 o 0471 442361.

Individuato l’ausilio adatto, il Centro Ciechi St. Raphael e l’Unione Ciechi e Ipovedenti aiutano a procurarlo e a presentare un’eventuale domanda di finanziamento all’Azienda Sanitaria.

PC con Riga Braille e sintesi vocale per ciechi
PC con Riga Braille e sintesi vocale per ciechi
Orologio da polso tattile
Orologio da polso tattile

Richiesta di finanziamento di ausili tiflotecnici all’Azienda Sanitaria



I ciechi e gli ipovedenti con un residuo visivo corretto non superiore ad 1/10 oppure con un campo visivo binoculare inferiore al 30% possono richiedere all’Azienda Sanitaria il finanziamento di diversi ausili.

Gli ausili che vengono finanziati completamente o parzialmente sono:
  • occhiali e lenti a contatto nonché ulteriori sussidi ottici (possono essere forniti solo da ottici convenzionati; per quanto riguarda i minorenni valgono dei criteri speciali relativamente al residuo visivo)
  • lenti elettroniche, apparecchi ingrandenti portatili e fissi, apparecchi di lettura
  • software di ingrandimento, software di riconoscimento testi, sintesi vocale nonché riga braille per il PC
  • stampante braille, macchina dattilografica braille, tavoletta per la scrittura e punteruolo
  • bastoni bianchi per ciechi
  • orologi tattili da polso e da tasca, sveglie e termometri
  • protesi oculari (possono essere fornite solo da ditte convenzionate)

Per la richiesta all’Azienda Sanitaria, che può essere effettuata tramite l’Unione Ciechi e Ipovedenti, sono necessari il modulo di domanda, la prescrizione da parte di un oculista dell’Azienda Sanitaria, un preventivo spesa e la copia del verbale di visita collegiale (è indispensabile che la minorazione visiva sia certificata dalla Commissione Medica Ciechi o Invalidi Civili, eccetto per i minorenni).

Agevolazioni fiscali per l’acquisto di ausili



Per applicare l’aliquota IVA agevolata del 4%, al rivenditore devono pervenire una copia del verbale di visita collegiale della Commissione Ciechi o Invalidi Civili attestante la minorazione visiva nonché una prescrizione del medico specialista dell’Azienda Sanitaria dove viene certificato che esiste un collegamento funzionale tra la menomazione e l’ausilio che si desidera acquistare. In alternativa può anche essere presentata una relativa autocertificazione.

Per detrarre dall’IRPEF il 19% delle spese sostenute per l’acquisto di ausili, in occasione della stesura della dichiarazione dei redditi è necessario presentare una copia del verbale di visita collegiale della Commissione Ciechi o Invalidi Civili attestante la minorazione visiva, una prescrizione del medico specialista dell’Azienda Sanitaria dove questo certifica che esiste un collegamento funzionale tra la menomazione e l’ausilio, nonché la fattura.

Contributi per ausili da parte dell’Unione Ciechi e Ipovedenti



Per favorire l’autonomia e la comunicazione dei minorati della vista l’Unione, a seconda delle possibilità e sotto osservanza di determinati criteri, si assume una parte dei costi per l’acquisto di un bastone bianco o di un lettore daisy per i propri soci. Inoltre i soci possono richiedere la concessione di un contributo per l’acquisto di altri costosi ausili tiflotecnici e sussidi ottici che non vengono finanziati completamente dall’Azienda Sanitaria.

Servizio Helpexpress dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti



Ogni venerdì dalle ore 18.00 alle ore 20.00 i minorati della vista possono usufruire della consulenza telefonica offerta dall'UIC sul numero verde 800682682 riguardo a problemi inerenti l'uso del computer e dei software, e in particolare dei software specifici per disabili visivi (screen reader ecc.).
All'indirizzo www.uiciechi.it/osi/helpexpress/ è reperibile uno spazio virtuale dove è possibile avere informazioni sull'utilizzo dei software per minorati della vista e suggerimenti su come risolvere le difficoltá che vengono poste con maggiore frequenza dagli utenti.