1. Vai alla navigazione
  2. Vai al contenuto
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti OnlusSezione Provinciale di Bolzano

PREVENZIONE DELLA CECITÀ E DI DISTURBI VISIVI

Un occhio
L'occhio è il principale organo sensoriale, in quanto attraverso la vista passa l'80% delle informazioni che dall'ambiente pervengono al cervello. Questo dato ci illustra quanto questo senso sia prezioso per l'uomo e fa capire quali difficoltà produca la sua perdita totale oppure parziale.
Proprio per questo è importante tener presente che gran parte dei casi di cecità può essere evitata con un'adeguata protezione dell'occhio e tramite controlli periodici da parte di un oculista. È importante seguire le seguenti forme di prevenzione:

Malattie oculari:

Purtroppo le malattie che colpiscono l'occhio sono numerose e per lo più sono anche molto invalidanti. Si distingue tra malattie dell'occhio di natura infettiva e degenerativa.
Le malattie infettive sono oggi causa di cecità nei Paesi in via di sviluppo. In quelli industrializzati, attraverso la prevenzione primaria, sono state invece sconfitte.
Le malattie degenerative sono le più frequenti nei Paesi industrializzati. Queste malattie non hanno cause specifiche conosciute e, in molti casi, si protraggono nel tempo in modo irreversibile, progressivo e invalidante, senza possibilità di piena guarigione. Non sempre è possibile prevenirle: in certi casi è possibile bloccare il loro decorso, mentre altre volte purtroppo si è completamente impotenti. Il motivo è - nonostante i progressi fatti dalla scienza medica - la scarsa conoscenza di queste patologie o un’azione tardiva. È proprio questo il principio fondamentale della prevenzione: essa può garantire il pieno successo soltanto quando sono ben individuate le cause e quando si interviene in tempo.
Le patologie oculari causa di cecità interessano tutte le età, ma in maggior misura le persone anziane. Le patologie più frequenti sono: la degenerazione maculare (giovanile, presenile e senile), la miopia degenerativa, la retinopatia diabetica, il glaucoma cronico semplice, le degenerazioni tapeto-retiniche (in particolare la retinite pigmentosa) e il distacco della retina. Un ulteriore dato importante da non trascurare è, che nel 40% dei casi queste malattie, che sono causa di ipovisione, si possono prevenire.

È importante tenere sotto controllo regolarmente la propria vista a tutte le età, anche se non si accusano disturbi o difetti visivi. Sembra assurdo, ma in realtà molti sintomi di malattie oculari passano inosservati. Questo avviene perché il nostro corpo tende ad abituarsi al difetto visivo, soprattutto se progressivo. È, quindi, possibile solo attraverso un controllo periodico eseguito da un medico oculista, riconoscere, prevenire o curare tempestivamente, eventuali malattie oculari potenzialmente responsabili di ipovisione, se non, in certi casi, di cecità.


Raggi ultravioletti:

Un’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti del sole senza una adeguata protezione non danneggia soltanto la pelle ma altrettanto gli occhi. In tutte le situazioni in cui c'è una forte esposizione ai raggi ultravioletti come, ad esempio, al mare, in montagna, anche usando lampade abbronzanti è sempre fondamentale proteggere gli occhi usando occhiali scuri con filtri a norma di legge od occhialini appositi. Bisogna stare particolarmente attenti in luoghi con molto riverbero quali spiaggia o piste da sci. Si raccomanda, inoltre, di non guardare mai direttamente il sole, dato che è possibile contrarre danni irrimediabili causati da una cicatrice sulla retina nella zona maculare che comportano una perdita o una riduzione della visione centrale.

Protezione degli occhi in situazioni di pericolo:

I traumi sono, in molti casi, causa di cecità o ipovisione. Sia durante il nostro tempo libero che sul posto di lavoro è sempre indispensabile l'uso di occhiali protettivi adatti a seconda della natura del rischio. Per proteggersi in modo appropriato contro urti di schegge, trucioli, polvere, radiazioni emesse ad esempio durante lavori di saldatura, tagli o metallizzazioni, proiezioni di prodotti chimici, ceneri o fiammate è consigliato l'uso di occhiali con protezione laterale o mascherina, schermi e visiere.

Alimentazione e abitudini:

  • È utile, ai fini della prevenzione di malattie, quali la degenerazione maculare senile, consumare giornalmente alimenti antiossidanti ricchi di carotenoidi contenuti, ad esempio, in frutta (soprattutto arance, kiwi e albicocche) e verdura (soprattutto spinaci, cavoli, peperoni, pomodori, carote e lattuga).
  • È importante limitare i grassi saturi ed il colesterolo nella propria dieta e mantenere la pressione sanguigna nei limiti consigliati.
  • Bere molta acqua, soprattutto nei periodi molto caldi per evitare una disidratazione del corpo vitreo, e rendere così più difficile la comparsa di corpi mobili vitreali.
  • Non fumare e limitare l'assunzione di alcool.
  • Durante le attività della vita quotidiana é importante fare sempre attenzione ad un’adeguata illuminazione in modo da evitare un affaticamento dell'occhio.
  • Difetti visivi dovrebbero essere corretti in modo appropriato tramite occhiali oppure lenti ed essere adattati alle singole condizioni di lavoro, ad esempio distanza del monitor.
  • Per evitare l'asciugarsi della superficie degli occhi si consiglia di porre l'attenzione su un'adeguata umidità atmosferica e di proteggersi da vento e fumo, ad esempio usando degli occhiali quando si va in bici.


Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare il sito della Sezione Italiana dell'Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB) all'indirizzo www.iapb.it dove è anche reperibile il decalogo per proteggere la propria vista (clicca qui per visualizzare il decalogo).


Linea Verde per informazioni di carattere oftalmologico

Numero Verde 800-068506
La Sezione Italiana dell'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecita' - I.A.P.B. ha attivato un Numero Verde 800-068506 operativo dal lunedi' al venerdi' dalle 10.00 alle 13.00. Al telefono risponde un oculista al quale e' possibile porre quesiti inerenti le patologie oculari, quali maculopatia, glaucoma, miopia, cataratta, distacco della retina, retinopatie ecc., nonche riguardo alle terapie, la prevenzione della cecità e la riabilitazione visiva. I quesiti possono essere anche posti via e-mail a info@iapb.it.


Cartone animato educativo per bambini "Apri gli Occhi!"

Apri gli Occhi! Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio
Apri gli Occhi! Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio
La IAPB Sezione Italiana ha realizzato un Dvd per bambini pensato per aiutare i genitori nella prevenzione dei disturbi della vista dei propri figli, informando e dando semplici e pratici consigli che aiutano le famiglie a mantenere la salute visiva dei propri bambini.

Il cartone animato racconta in modo divertente l'occhio e ciò che lo riguarda, attraverso la storia di un piccolo pipistrello miope di nome Bat e dei suoi amici del bosco.
Il Dvd viene accompagnato da un opuscolo informativo e da alcuni adesivi dei personaggi del cartoon.

Il set può essere richiesto gratuitamente presso la nostra Sezione al n. tel. 0471 971117, per e-mail all'indirizzo info@unioneciechi.bz.it, oppure può essere ritirato direttamente presso il nostro ufficio in Via Garibaldi n. 6/62 a Bolzano.


Occhio al diabete

Diabete Italia, che unisce le Associazioni fra persone con Diabete e le Società Scientifiche della Diabetologia, ha realizzato un sito appositamente dedicato alla retinopatia diabetica e all'edema maculare diabetico. Dal sito www.occhioaldiabete.it si possono scaricare materiali informativi per la prevenzione e la gestione di retinopatia ed edema maculare.