1. Vai alla navigazione
  2. Vai al contenuto
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus ApsSezione Territoriale Alto Adige

Richiesta di destinare il 5 per mille dell’imposta sui redditi IRPEF all'Unione Ciechi e Ipovedenti Bolzano/Alto Adige

Anche quest’anno ogni contribuente ha la possibilità di supportare le nostre attività donando a nostro favore la quota del 5 per 1000 della propria tassa IRPEF.

Per fare in modo che questa piccola parte venga destinata alla nostra associazione ONLUS-APS anziché allo Stato, basterà comunicare il nostro codice fiscale 80015390216 al proprio commercialista o CAF al momento della stesura della dichiarazione dei redditi (modello 730 o UNICO PF) presentando ad esempio il promemoria con i dati che può essere scaricato di seguito.
La destinazione del 5 per mille a nostro favore non comporterà alcuna spesa.

Destinazione 5 per mille - Codice fiscale dell'Unione
Anche coloro che non devono redigere alcuna dichiarazione dei redditi possono sostenerci inserendo sul modulo per la destinazione del 5 per mille allegato al modello CU Certificazione Unica 2019, il nostro codice fiscale, firmando due volte e consegnandolo poi all’ufficio postale oppure al nostro ufficio in Via Garibaldi 6 a Bolzano.

Ricordiamo che la destinazione del 5 per mille per il sociale non sostituisce l'8 per mille per la chiesa o istituzioni religiose.
Ogni contribuente ha la possibilità di fare entrambe le scelte.

Vi chiediamo di sfruttare questa possibilità e di divulgarla tra i propri familiari e conoscenti anche mediante il piccolo promemoria scaricabile di seguito, in quanto con questo semplice gesto sarà possibile sostenere in modo concreto la nostra attività.
Ribadiamo che per l’Unione questo metodo di finanziamento è di grande aiuto. Per ulteriori chiarimenti siamo a Vostra completa disposizione.
RINGRAZIAMO FIN D’ORA DI CUORE!


Convenzione con il CAF ACLI per stesura dichiarazione dei redditi e altri servizi

La nostra Unione ha rinnovato la convenzione per i soci e i loro familiari/accompagnatori con il Centro di Assistenza Fiscale CAF ACLI con sede principale in Bolzano, Via Alto Adige 28, per le dichiarazioni dei redditi 2019.
Invece della tariffa ordinaria che varia a seconda del reddito e alla tipologia di dichiarazione, per la nostra Associazione è stata accordata una tariffa fissa di 40,00 Euro per tutti i modelli, Unico 2019, 730/2019 singolo o congiunto.

Chi volesse approfittare della convenzione può già da subito rivolgersi al CAF ACLI per prendere appuntamento, telefonicamente allo 0471 301689 o per mail all’indirizzo:
bolzano@acliservice.acli.it, comunicando di essere iscritto all’Unione Ciechi e portando con se la tessera associativa in occasione dell’appuntamento.
È possibile accordare l’appuntamento presso le seguenti sedi:
  • Bolzano sede principale, Via Alto Adige 28
  • Bolzano sede secondaria, Via Sassari 4/b/c
  • Bolzano sportello c/o parrocchia San Rosario, Via Claudia Augusta 111 (lun., gio. e ven.)
  • Bolzano sportello c/o Vispa Teresa, Piazzetta Frank 17/a (mar. mattina e ven. tutto il giorno)
  • Laives c/o centro giovanile Don Bosco, Via Kennedy 94
  • Egna c/o patronato ACLI, Via Portici
  • Appiano c/o circolo ACLI, Via S. Anna 6
  • Merano c/o circolo ACLI, Via Adige 22
  • Bressanone c/o circolo ACLI, vicolo Macello 5

Oltre alle dichiarazioni dei redditi, per tutti i servizi fiscali a pagamento offerti dal CAF durante tutto l'anno la convenzione prevede uno sconto del 20% sulle tariffe in vigore, ad esempio per la gestione lavoratori domestici (colf&badanti), assistenza nei contratti di locazione (stesura contratti, IMI, registrazione, cedolare secca), dichiarazioni di successione ecc.

Invito all’Assemblea Generale Annua dei Soci in data 6 aprile 2019

Tutti i soci sono cordialmente invitati a partecipare all'Assemblea Generale che avrà luogo sabato, 06.04.2019 presso il Blindenzentrum St. Raphael, Vicolo del Bersaglio 36, Bolzano. I lavori dell’Assemblea avranno inizio alle ore 9.30 in seconda convocazione (prima convocazione alle ore 8.30). E’ particolarmente importante che gli associati partecipino attivamente all'assemblea, poiché durante questo incontro hanno la possibilità di fare una verifica dell'anno passato e di presentare idee e proposte per il futuro.
ORDINE DEL GIORNO:
1. Saluto del Presidente sezionale
2. Nomina del Presidente e del Vicepresidente dell’assemblea nonché degli scrutinatori e dei questori
3. Lettura della relazione morale e finanziaria 2018
4. Saluto delle autorità presenti
5. Dibattito e approvazione della relazione morale e finanziaria 2018
6. Conto consuntivo 2018
7. Budget 2019 - variazioni al bilancio preventivo
8. Varie ed eventuali
Vi aspettiamo in tanti!

Soggiorno marino dei soci dal 16 al 29 giugno 2019 a Tirrenia

Spiaggia con conchiglie
Quest’anno il soggiorno marino si terrà dal 16 al 29.06. presso il Centro Vacanze della nostra Unione a Tirrenia in Provincia di Pisa. Il Centro Vacanze si trova in posizione tranquilla in mezzo ad una piccola pineta ed è circondato da un giardino. Tutti i percorsi all’interno della struttura, nel giardino nonché per la spiaggia privata sono attrezzati di corrimano e linee tattili sulla pavimentazione. Ciò permette agli ospiti minorati della vista di muoversi in autonomia. L'Unione organizza il soggiorno in pensione completa presso il Centro Vacanze nonché il viaggio di andata e ritorno in pullman (da e per Bolzano) Per maggiori informazioni e prenotazioni contattare l'ufficio sezionale entro il 30 aprile

Settimana di escursioni in montagna dei soci dal 1 al 7 settembre 2019 in Val di Fassa

Escursione in Val di Fassa
La settimana di escursioni in montagna quest'anno avrà nuovamente luogo in Val die Fassa con alloggio presso il Debra Park Hotel a Moena. Questa zona offre interessanti possibilità di escursioni, cosicché il consiglio ha deciso di organizzare una seconda edizione in tale zona.
Durante il soggiorno i partecipanti verranno divisi in due gruppi: un gruppo affronterà tragitti più impegnativi e il secondo escursioni più semplici. Sarà comunque necessario essere buoni camminatori, in quanto giornalmente verranno intraprese escursioni di minimo 3 - 4 ore. Per informazioni e prenotazioni contattare l'ufficio sezionale entro il 30 giugno.

Serata lirica all’Arena di Verona per assistere all’opera „Il Trovatore" il 26 luglio 2019

Visto l'interesse dimostratosi negli ultimi anni, anche quest'anno organizziamo una serata lirica a Verona, questa volta per assistere all'opera "Il Trovatore" di Giuseppe Verdi, venerdì 26 luglio. Come Unione Ciechi e Ipovedenti riceviamo dei biglietti numerati a prezzo molto vantaggioso. Poiché dobbiamo acquistare in tempo i biglietti è necessario prenotarsi entro il 15 maggio.

Louis Braille – l’inventore della scrittura Braille

Mani che leggono la scrittura Braille
Louis Braille (1809-1852), nato in Francia, diventò cieco quando era ancora un bambino per un infortunio agli occhi. A soli 16 anni inventò la scritture Braille, che da lui prese il nome. La sofferenza di non poter leggere e scrivere gli dette la forza per la sua invenzione. Oggi la scrittura Braille è conosciuta in tutto il mondo.

Louis Braille – La vita

Louis Braille è nato il 4 gennaio 1809 a Coupvray, vicino a Parigi. Suo padre era sellaio. A 3 anni Louis si ferì agli occhi con una lesina, attrezzo appuntito che aveva trovato nell’officina del padre mentre voleva provare a fare il suo lavoro. Gli occhi si infiammarono e a soli 5 anni Louis divenne cieco.
Nonostante la sua disabilità frequentava la scuola di paese, poi invece l’insegnante gli diede lezioni a casa. Il bambino era molto curioso e amava quando qualcuno gli leggeva un libro. Soffriva molto il fatto di non poter leggere da solo.
Il suo insegnante venne a sapere che c’era una scuola per soli ciechi a Parigi. A 10 anni Louis venne portato in questa scuola. Qui gli insegnarono una scrittura con le lettere dell’alfabeto in rilievo, la quale si poteva solo leggere ma non scrivere. In poco tempo Louis finì di leggere tutti i libri della biblioteca scolastica e iniziò a sperimentare una nuova scrittura per i ciechi.

L’invenzione della scrittura Braille – da una perdita nasce un guadagno per molti

A 11 anni, nel 1820, Louis Braille conobbe il capitano dell’artiglieria, Charles Barbier. Questi presentò ai responsabili della scuola per ciechi a Parigi una scrittura a punti, utilizzata per scopi militari. Tale scrittura serviva di notte per passare gli ordini al buio, senza dovere accendere una lanterna. Era costituita da simboli ordinati in 2 file verticali, con 6 punti ciascuna impressi nel foglio. Ad ogni simbolo corrispondeva un suono della lingua francese. La scrittura non poté affermarsi in campo militare perché era troppo complicata da imparare e decifrare. Per questo motivo Barbier si rivolse alla scuola per ciechi a Parigi.
Louis Braille e i sui compagni di classe rimasero entusiasti di questo sistema, e Braille pensò immediatamente come poter migliorarlo. Ma nessuno lo ascoltò, a causa della sua giovane età poiché sembrava essere troppo giovane. Ma lui non si arrese.
I caratteri di Barbier erano troppo grandi. Pensando ai dadi di suo padre, Louis diminuì i 12 punti a 6. Cosi diventò possibile tastare l’intero carattere sotto un dito solo.
Nell’anno 1825, a soli 16 anni, Louis Braille completò la sua scrittura per ciechi.

Nelle vacanze realizzò assieme a suo padre una macchina da scrivere con una montatura. La cosa interessante è, che per scrivere venne usata una lesina, lo stesso strumento con cui si ferì e causò la sua cecità.
La nuova scrittura per ciechi poteva essere letta ed anche scritta. Non si orientava alla lingua parlata, ma alla lingua scritta. I caratteri non simulavano i suoni vocali, come nella scrittura notturna, ma le lettere.
Ciò nonostante la scrittura di Louis Braille ancora non venne accettata. Il direttore della scuola addirittura la vietò. Era dell’opinione che quella scrittura avrebbe isolato i ciechi, perché i vedenti non la potevano capire e insisteva nel continuare ad usare la scrittura con le lettere in rilievo.
Dopo la sua istruzione scolastica Louis Braille guadagnava da vivere come insegnante supplente e come organista. 1828 realizzò una notazione, basata sempre sul sistema con i 6 punti. Questa dette l’opportunità ai ciechi di diventare musicisti.
A 27 anni Braille, in una relazione volle dimostrare quanto velocemente riusciva a leggere e scrivere la nuova scrittura. Ma gli ascoltatori pensavano che lui avesse imparato i testi a memoria in precedenza.

Solo nel 1850 la scrittura Braille venne riconosciuta ufficialmente in Francia. Nel 1878 divenne la scrittura per ciechi vincolante in tutto il mondo. Ma Louis Braille non poté più godere di questo riconoscimento. Morì nell’anno 1852, a soli 43 anni, di tubercolosi a Parigi.

Oggi, 140 anni dopo il suo riconoscimento a livello internazionale, la scrittura Braille non ha perso di importanza. Soltanto con questa scrittura i ciechi possono imparare l’ortografia e ottengono sicurezza nello scrivere e leggere.
E per questo, ogni anno il 21. febbraio, si celebra la giornata nazionale del Braille e si commemora con gratitudine il suo inventore.

Maggiori informazioni sull’alfabeto si possono trovare sul nostro sito nella sezione infoteca

Raffeiner Orchideenwelt - Giornata delle porte aperte per persone disabili

Sabato 23 febbraio 2019, dalle ore 9.00 alle ore 19.00, la Raffeiner Orchideenwelt di Gargazzone organizza, in collaborazione con la Federazione per il Sociale e la Sanità, la Giornata delle Porte Aperte per persone con disabilità.
L'ingresso per persone con disabilità e loro accompagnatori è gratuito. Per l’accesso gratuito è sufficiente mostrare la tessera dell'Unione Ciechi ed Ipovedenti oppure la tessera d’invalidità.
Alle ore 10.30 si terrà un saluto ufficiale. L’ambiente tropicale del Mondo delle orchidee è accessibile senza barriere e si sviluppa su oltre 600 ettari, dove poter ammirare circa 500 diversi tipi di orchidee. Durante la giornata sono inoltre previste visite guidate, previa prenotazione al tel. 0471 920218.
Tutta la struttura e il percorso sono accessibili. È inoltre a disposizione un ampio parcheggio con 250 posti macchina. Nel bistrò ORCHIDEA è possibile (a proprie spese) consumare un pranzo, uno spuntino o dissetarsi.
Orchidea

Variazione coordinate bancarie dell'Unione

Informiamo che per motivi tecnici è stato necessario modificare il numero di conto corrente dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ONLUS - Sezione Alto Adige.
Il nuovo numero di conto corrente è il seguente:
IBAN: IT67F0306911619100000005254
Rimane invariato l'istituto bancario: Banca Intesa Sanpaolo, Filiale Bolzano/Via della Mostra.

Nuovi Buoni Taxi per Invalidi a Bolzano

A partire dal 01.02.2019 fino al 31.12.2019 le persone in possesso della tessera “Taxi Mobility” ricevono dal Comune di Bolzano un rimborso di 3 Euro sul prezzo di ogni corsa in taxi, per un massimo di 30 corse. Si tratta di un progetto sperimentale che sostituisce il servizio "TAXI BIS -ZONA 2" ed è valido su tutti i tipi di taxi nella cittá di Bolzano.
Per chi?
Per tutte le persone che hanno una percentuale d’invalidità pari o superiore al 67%, residenti a Bolzano, soli o accompagnati da altre persone.
Cosa occorre?
La tessera “Taxi Mobility”, rilasciata dall' URP -Ufficio Relazioni con il Pubblico (Vicolo Gumer 7 piano terra edificio comunale) o dai Centri Civici di quartiere esibendo la carta d’identità e il tesserino per persone con invalidità civile rilasciato dalla Provincia Autonoma di Bolzano attestante un invalidità pari o superiore al 67%, oppure il relativo verbale di invalidità civile.
Come ottenere il buono?
Al termine della corsa presentare al tassista la tessera “Taxi Mobility” e farsi rilasciare un buono compilato con il numero della tessera e la data/ora della corsa.
Come e dove ricevere il rimborso?
Consegnando il buono ricevuto dal tassista presso l' URP-Ufficio Relazioni con il Pubblico o i Centri Civici di quartiere.
“Taxi Mobility” non è cumulabile con altre tipologie di buoni.

Prolungato il Progetto Agevolatore: Servizio di accompagnamento nelle zone di Merano e Bressanone

Un cerchio di persone che si tengono per mano
La nostra Unione nel 2018 ha iniziato a sviluppare all’interno del territorio Provinciale un servizio di accompagnamento dedicato ai minorati della vista. Siamo lieti di comunicare, che il progetto è stato prolungato fino ad aprile 2020 nelle zone di Merano e Bressanone nonché le valli circostanti.

Il servizio perciò continua ad essere svolto a Merano dal Signor Diego M. e a Bressanone dal Signor Martin M. Loro si sono resi disponibili come volontari del Servizio Sociale per 20 ore settimanali.

Le mansioni sono:

accompagnamento, per esempio a visite mediche o in uffici, lettura, passeggiare, tenere compagnia, visite a domicilio ecc.

La mobilità urbana ed extraurbana si svolge con i mezzi pubblici.Il servizio è attivo durante i giorni feriali da lunedì a venerdì compresi e va prenotato minimo 24 ore prima direttamente presso i volontari, in modo che questi possano programmare le proprie giornate facilmente e senza che i servizi si sovrappongano. Il servizio è gratuito.
Chi fosse interessato ad usufruire di questa iniziativa è pregato di contattare l'ufficio sezionale per avere i recapiti telefonici dei volontari e prenotare un servizio.
Per accompagnamenti o sostegno a Bolzano, i soci potranno rivolgersi all'ufficio sezionale, presso il quale attualmente Marie svolge un anno di servizio civile volontario. A seconda delle possibilità Marie è a disposizione anche dei soci.

Concert in the dark - Concerto al buio

Sabato 12 gennaio 2019 si svolge l'ultimo appuntamento dei Concerti al Buio organizzati dal Centro Giovani Connection di Bressanone in collaborazione con l'Unione Ciechi e Ipovedenti.
Il gruppo Olim (Marco Scippacercola; Daniele Endrizzi e Luigi Pozza) mettono in scena una fiaba musicale: "L'incredibile storia dell'inventore dell'Arma Distruggi Armi".
La fiaba, scritta da Luigi Pozza, narra la vita di un uomo semplice e ostinato che in modo del tutto inatteso e sorprendente, cambierà le sorti dell'umanità intera.
Una bellissima esperienza al buio per grandi e piccini. L'inizio è previsto per le ore 20.30 presso il Centro Giovani Connection in via Ponte Widmann 4, Bressanone. L'ingresso è libero.
Per motivi organizzativi si prega di prenotare: Via mail a info@giovaniconnection.it, telefonicamente al numero 0472837404 oppure tramite la pagina facebook Centro Giovani Connection.
Concert in the dark (locandina del Centro Giovani Connection)