1. Vai alla navigazione
  2. Vai al contenuto
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus ApsSezione Territoriale Alto Adige

Agevolazioni e Servizi per persone minorate della vista in Alto Adige


1. PRESTAZIONI FINANZIARIE



PENSIONI E ASSEGNI A CIECHI CIVILI E INVALIDI CIVILI

I ciechi e gli ipovedenti con un residuo visivo corretto non superiore ad 1/20 oppure con un campo visivo binoculare inferiore al 10%, hanno diritto ad una assistenza economica da parte della Provincia Autonoma di Bolzano per la copertura dei costi eccedenti causati dall’invalidità. Presupposto è il riconoscimento della minorazione da parte della commissione Ciechi Civili. Non sussiste alcun limite di età, l’ammontare del sussidio è soggetto al reddito personale del richiedente.

I minorati della vista con un residuo visivo migliore possono eventualmente (per esempio in caso di ulteriori minorazioni) ottenere una pensione di invalidità purché venga riconosciuta dalla commissione medica un’invalidità di almeno del 74%. Qui sussistono un limite di età ed uno di reddito che, per gli invalidi parziali (74-99%) è molto basso.

Per verificare se può essere presentata una relativa domanda, è necessario un certificato oculistico recente. Chi non dovesse ancora avere un tale certificato, può ottenere presso l’Unione un apposito prestampato da far compilare da un oculista.


PENSIONE DI INABILITÁ LAVORATIVA CAUSA MINORAZIONE VISIVA

Un lavoratore che non è più in grado di svolgere le proprie mansioni a causa di una minorazione visiva può fare domanda per l’accertamento dell’inabilità lavorativa totale o parziale. Requisito è che il richiedente possieda gli anni contributivi necessari.


2. COPERTURA SANITARIA, “NON AUTOSUFFICIENZA” E FACILITAZIONI PER I FAMILIARI



ESENZIONE TICKET

Gli invalidi possono ottenere l'esenzione dal pagamento del ticket previsto per assistenza specialistica ambulatoriale, per le prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio, nonché per le cure termali, per farmaci, per prestazioni di pronto soccorso non seguite da ricovero e per trasporti.
Gli invalidi al 100%, quindi anche i ciechi assoluti e i ciechi parziali, hanno diritto all’esenzione dal ticket della categoria 3F; ciò significa che sono interamente esenti dal ticket. Gli invalidi parziali dal 67 al 99% ricevono un’esenzione dal ticket della categoria 03; questi devono pagare la quota fissa per ogni prescrizione. Per gli esenti dal ticket di entrambe le categorie, i medicinali del gruppo A e B sono gratuiti; invece i medicinali del gruppo C devono essere pagati.


ASSEGNO DI CURA

Mentre le prestazioni per ciechi civili vengono erogate per compensare le spese causate dalla minorazione visiva, per le persone bisognose di cure aggiuntive, che negli ambiti della vita quotidiana hanno un bisogno di assistenza di due o più ore al giorno, é possibile richiedere l’assegno di cura. La necessità di assistenza deve persistere per un periodo di almeno 6 mesi. L’assegno di cura deve essere utilizzato come segue: per il pagamento di prestazioni assistenziali e di cura; per la copertura dei costi per i fondi pensionistici di parenti curanti; per la compartecipazione alle tariffe dell’assistenza domiciliare presso servizi accreditati e per l’utilizzo di strutture semiresidenziali e residenziali. Per la fruizione devono essere rispettati alcuni criteri, ad esempio 5 anni di residenza e dimora stabile in Provincia di Bolzano. L’apposito certificato per la richiesta deve essere rilasciato dal medico di base.


SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

L’assistenza domiciliare è rivolta a persone che, per motivi di salute, non sono più in grado di gestire la propria vita quotidiana presso la propria abitazione, senza aiuto esterno. Il servizio tra l’altro offre: cura ed igiene della persona, disbrigo delle faccende domestiche, lavaggio della biancheria, preparazione dei pasti oppure consegna pasti a domicilio o servizio mensa, accompagnamento ed espletamento di piccole attività. La compartecipazione al costo delle prestazioni viene stabilita in base alle possibilità economiche. Il servizio può essere richiesto presso i distretti sociali competenti.


PERMESSI DAL LAVORO PER GENITORI O FAMILIARI DI PERSONE DISABILI

La madre o il padre possono chiedere, entro il compimento dei 3 anni del loro figlio con disabilità, il prolungamento del congedo parentale (utilizzabile fino al 12. anno di età) o in alternativa chiedere 2 ore di permesso giornaliero o 3 giorni al mese. Dopo il compimento dei 3 anni uno dei genitori può usufruire di 3 giorni di permesso speciale al mese. Quest’ultimo può essere richiesto anche da persone che assistono un familiare che non è ricoverato in una struttura di cura. La disabilità del bambino oppure dell’adulto deve essere certificata con “gravità” dall’apposita commissione. (Legge n. 104/1992, art. 3 comma 3)

Congedo straordinario di due anni:

parenti conviventi con persone in situazione grave secondo la legge 104/1992, art. 3 comma 3, possono richiedere al datore di lavoro un permesso retribuito di 2 anni. È possibile anche una fruizione in giorni o con interruzioni. Il permesso speciale può essere richiesto una volta nell’arco della vita lavorativa. (D.lgs. 26.03.2001 n. 151, art. 42 come modificato dal D.lgs. 119/2011)


CONTRIBUTI PREVIDENZIALI PER PERIODI DI ASSISTENZA

Le persone che non lavorano o effettuano solo un part-time (inferiore al 70%), in quanto hanno in cura un familiare, possono ricevere un contributo da parte della Regione per i pagamenti effettuati volontariamente in una cassa previdenziale o in fondi di previdenza complementare. La persona assistita deve essere inquadrata nel 2., 3. o 4. livello assistenziale dell’assegno di cura. Lo stesso vale per i lavoratori autonomi che a causa dell’assistenza si astengono completamente o parzialmente dal lavoro, sono invece esclusi i lavoratori dipendenti da pubbliche amministrazioni con contratto a tempo pieno ed i titolari di pensione diretta.


AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO

Per persone che a causa di una infermità, ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, esiste la possibilità di nominare come appoggio un amministratore di sostegno. Questo deve assicurare la necessaria assistenza in tutte quelle situazioni che non giustificano una interdizione. L’amministratore di sostegno viene nominato dal giudice tutelare. Informazioni e assistenza possono essere richiesti all’apposita Associazione per l’Amministrazione di Sostegno.


AGEVOLAZIONI FISCALI NELL’AMBITO SANITARIO

Spese per assistenza medica, per farmaci e personale qualificato di assistenza personale possono essere detratte o dedotte completamente o in parte nella dichiarazione dei redditi.


Numero Verde ''Violenza nella terza età''

Dal 2014 oltre al servizio telefonico “Emergenza anziani”, punto di riferimento per il territorio cittadino di Bolzano, al numero verde 800-001800 risponde anche il servizio multizonale “Violenza nella terza età”.
Destinatari del servizio sono persone anziane vittime di violenza fisica, morale o finanziaria, famigliari di anziani assistiti e gli assistenti stessi, testimoni di atti di violenza e persone, che vorrebbero ottenere informazioni sui temi della violenza nella terza età. Il servizio offre la possibilità di condividere la situazione vissuta via telefono e di contattare i servizi competenti nel territorio di riferimento.
Per ora il servizio è attivo da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 12.00 e giovedì dalle 09.00-12.00 e 14.00-16.00. Nel resto della giornata, nei fine settimana e festivi è in funzione un servizio di segreteria telefonica. Viene garantita una richiamata.


Descrizioni in braille sulle confezioni dei medicinali

Sulle confezioni dei medicinali il nome del prodotto é stampato in caratteri braille. Nell’acquisto di medicinali, in farmacia si può ulteriormente far apporre sulle confezioni un’etichetta in braille, indicante la data di scadenza del prodotto. È però necessario richiederlo esplicitamente.


3. AUSILI, LETTURA E COMUNICAZIONE



AUSILI TIFLOTECNICI E SUSSIDI OTTICI

CONSULENZA DI AUSILI

L’utilizzo di ausili rende possibile o facilita alle persone minorate della vista il disbrigo di faccende quotidiane come, ad esempio, in caso di difficoltà in casa, nella cura e igiene della persona, nel leggere, nel telefonare, nel riconoscimento di banconote, nell’organizzazione del tempo libero, nell’orientamento, nel riconoscimento di scalini, gibbosità, ostacoli ecc.

Alcuni ausili sono:
  • ausili parlanti come orologi, sveglie, termometri per la febbre, sfigmomanometri, bilance
  • telefoni e cellulari con tasti e caratteri ingranditi oppure cellulari con una sintesi vocale
  • lenti o apparecchi ingrandenti per dentro, o portatili per fuori casa
  • apparecchi vocali di lettura
  • sintesi vocale e software di ingrandimento per il pc
  • filtri contro l’abbagliamento per occhiali
  • bastoni bianchi come segno di riconoscimento o per l’orientamento e la mobilità
  • punti tattili adesivi per la marcatura in casa
  • dispositivi per ascoltare audiolibri e -riviste.

Presso il Centro Ciechi St. Raphael è istituita una apposita sala ausili dove vengono offerte delle consulenze individuali da parte di personale specializzato per la scelta di ausili. Certi ausili possono anche essere provati in occasione di una visita a domicilio. Per fissare un appuntamento, si può chiamare il tel. 0471 442343.

Individuato l’ausilio adatto, il Centro Ciechi St. Raphael e l’Unione Ciechi e Ipovedenti aiutano a procurarlo e a presentare un’eventuale domanda di finanziamento all’Azienda Sanitaria.

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO DI AUSILI TIFLOTECNICI ALL'AZIENDA SANITARIA

I ciechi e gli ipovedenti con un residuo visivo corretto non superiore ad 1/10 oppure con un campo visivo binoculare inferiore al 30% possono richiedere all’Azienda Sanitaria il finanziamento degli ausili riportati nel cosiddetto nomenclatore tariffario. Per quanto riguarda occhiali e lenti a contatto per i minorenni valgono criteri speciali relativamente al residuo visivo.
Ulteriori informazioni sulla possibilitá di svolgere una consulenza di ausili, sulle modalitá di finanziamento tramite l'Azienda Sanitaria e sulle agevolazioni fiscali sono reperibili alla pagina ausili tiflotecnici e sussidi ottici.

AGEVOLAZIONI FISCALI PER L'ACQUISTO DI AUSILI

Per l’acquisto di ausili è possibile chiedere l’applicazione dell’aliquota Iva agevolata del 4%. Al rivenditore deve essere consegnata copia del verbale di visita collegiale della Commissione Ciechi o Invalidi Civili comprovante la minorazione visiva nonché una certificazione di un oculista dell’Azienda Sanitaria che attesti un collegamento funzionale tra la menomazione e l’ausilio che si desidera acquistare.
Detti documenti nonché la fattura devono essere presentati durante la stesura della dichiarazione dei redditi per poter oltre a ciò, detrarre dall’Irpef il 19% delle spese sostenute.


ACCESSO A LIBRI E GIORNALI

Oltre all’utilizzo di un apparecchio di ingrandimento o di lettura i non vedenti e ipovedenti per leggere possono avvalersi di audiolibri. Questi possono essere ordinati in audioteche, di norma gratuitamente. Gli audiolibri su CD vengono spediti per posta senza bisogno di affrancatura. Esiste anche la possibilità di scaricare le opere direttamente da internet. Sono disponibili anche delle audioriviste.
Alcuni quotidiani vengono appositamente adattati agli utenti ciechi e ipovedenti e i soci dell’Unione possono scaricarli tramite connessione a internet.
Il Centro Ciechi St. Raphael spedisce gratuitamente a tutti gli interessati l’audiorivista „Kontakte“ in lingua tedesca, contenente relazioni su manifestazioni ed estratti dal „Katholisches Sonntagsblatt“.
È possibile percepire anche libri e riviste in scrittura braille. Oltre a ciò si possono noleggiare dei film nei quali una voce descrive le scene mute. Maggiori dettagli nella sezione "leggere".


COMUNICAZIONE

AGEVOLAZIONI PER L'UTILIZZO DI INTERNET

Persone dichiarate cieche totali o parziali dalla Commissione medica oppure, per quanto riguarda la telefonia fissa, nuclei familiari in cui è presente una persona cieca totale o parziale, possono fruire di agevolazioni per i servizi dati e voce.
  • Da postazione fissa è previsto uno sconto del 50% del canone mensile sulle offerte “flat” e “semiflat” voce e internet ovvero 180 ore gratuite di navigazione per le offerte a consumo.
  • Per le postazioni mobili deve essere concesso uno sconto del 50% su offerte comprendenti almeno 10GB internet e almeno 2000 minuti di telefonia.

Gli operatori hanno elaborato apposite offerte per minorati della vista. La richiesta di agevolazione va inoltrata all’operatore telefonico, con certificazione attestante la cecità ed eventualmente il nucleo familiare. I ciechi parziali, differentemente dai clienti ciechi totali, dovranno scegliere, alternativamente, se voler aderire all’agevolazione per rete fissa o mobile.

AGEVOLAZIONI PER ABBONAMENTI PER CELLULARI

I ciechi e gli ipovedenti con un residuo visivo corretto non superiore ad 1/10 oppure con un campo visivo binoculare inferiore al 30% sono esenti dalla corresponsione della tassa di concessione governativa mensile sui telefoni cellulari.

INVII POSTALI

I cecogrammi (lettere, libri ecc. su cassette, CD o in braille per un peso non superiore ai 7 kg) possono essere spediti gratuitamente. Presso l’Unione sono disponibili gli appositi francobolli.


4. MOBILITÀ E AUTONOMIA



CORSI DI ORIENTAMENTO E MOBILITÀ E CORSI DI AUTONOMIA PERSONALE

Il Centro Ciechi St. Raphael offre corsi di orientamento e mobilità. Lo scopo è di acquisire sicurezza e autonomia nella mobilità.
Un corso comprende: orientamento e movimento sicuro in edifici e all’esterno, uso di mezzi pubblici, acquisti nei negozi, sviluppo dei sensi, per gli ipovedenti un utilizzo ottimale del residuo visivo, gestione del bastone bianco, utilizzo di ausili ottici in caso di ipovisione. I corsi sono individuali e di norma vengono svolti nel luogo di residenza o di lavoro della persona interessata.

Nell’ambito dei corsi di autonomia personale si può apprendere od aumentare l’efficienza nel disbrigo delle faccende domestiche:
Destrezza durante i pasti ad es. orientarsi nel piatto, versare liquidi, spalmare il pane
Destrezza in cucina ad es. misurare, pesare, tagliare, gestire fonti di rischio come il calore, utilizzo e marcatura di apparecchi elettronici
Cura della casa e degli indumenti ad es. pulizia della casa, fare il bucato, stirare, segnare gli indumenti.
Informazioni presso la insegnante del Centro Ciechi St. Raphael al tel. 0471 442361.
e sul sito internet del Centro Ciechi St. Raphael.


AGEVOLAZIONI NELL’UTILIZZO DEI MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICI

TRASPORTO GRATUITO NEI MEZZI PUBBLICI DELL'ALTO ADIGE

Con la tessera associativa dell’Unione i minorati della vista possono utilizzare gratuitamente tutti i mezzi del trasporto pubblico integrato Alto Adige, cioè autobus urbani, autocorriere di linea e funivie della SASA, della SAD nonché di altre società private convenzionate. Lo stesso vale per i treni regionali sul territorio provinciale e fino a Trento.

SCONTI PER VIAGGI IN TRENO FUORI PROVINCIA

I ciechi e gli ipovedenti con un residuo visivo corretto non superiore ad 1/10 oppure con un campo visivo binoculare inferiore al 30%, possono usufruire delle seguenti agevolazioni usando la tessera ferroviaria modello 28/C (Concessione Speciale III) che viene rilasciata dall’Unione Ciechi e Ipovedenti:
  • Per i viaggi sul territorio nazionale il non vedente o l’ipovedente che viaggia da solo ottiene il 20% di sconto. In presenza di un accompagnatore la riduzione è per entrambi del 50% (si viaggia in due con un solo biglietto).
  • Per i viaggi all’estero con treni internazionali, iniziati in Italia, l’accompagnatore viaggia gratis. Deve essere rilasciato un biglietto per l’andata ed eventualmente anche uno per il ritorno per il minorato della vista nonché un biglietto gratuito per l’accompagnatore. I biglietti per treni internazionali sono reperibili soltanto presso i rivenditori autorizzati, come il Centro Viaggi DB alla stazione ferroviaria di Bolzano, l’Infopoint Mobile a Bressanone e l’agenzia viaggi Vai e Via a Bolzano. Presso quest’ultimo è possibile un acquisto tramite E-mail: info@vaievia.com

SERVIZI DI ACCOMPAGNAMENTO NELLE STAZIONI FERROVIARIE E AEROPORTI

Nelle stazioni di grande e media dimensione, Trenitalia offre alle persone con ridotta mobilità un servizio di accompagnamento gratuito per salire, scendere e per cambiare treno. Occorre annunciarsi al tel. 02323232 o al numero verde da rete fissa 800906060 oppure inviare una e-mail a salablu.verona@rfi.it almeno 24 ore prima della partenza per tratte nazionali nonché 48 ore prima per tratte internazionali. Presso alcune stazioni è possibile soddisfare delle richieste telefoniche anche a breve termine perciò, in caso di necessità spontanee si suggerisce di chiedere.

Anche per i viaggi in aereo può essere richiesto un servizio di accompagnamento. L’entità del servizio varia a seconda della compagnia aerea nonché dell’aeroporto. In ogni caso il servizio deve essere richiesto al momento della prenotazione.


RIDUZIONI PER VOLI NAZIONALI CON LE COMPAGNIE ALITALIA E MERIDIANA

Alitalia applica ai ciechi e agli ipovedenti le tariffe speciali “blind” e “accompagnatore”. Gli interessati, rivolgendosi alla propria Agenzia Viaggi oppure all’Alitalia Tel. 892010, potranno farsi calcolare lo sconto applicato sulla tariffa base, dipendente da diversi fattori, ossia tratta, orario, ecc. Prenotando online non è possibile beneficiare delle tariffe speciali.
Per alcune tratte da e per la Sardegna, la compagnia Meridiana concede agli invalidi una tariffa speciale.


PERMESSO DI SOSTA SU PARCHEGGI PER INVALIDI

I ciechi e gli ipovedenti con un residuo visivo corretto non superiore ad 1/10 oppure con un campo visivo binoculare inferiore al 30% hanno la possibilità di ottenere l’autorizzazione alla sosta negli appositi spazi riservati agli invalidi. Il contrassegno di autorizzazione viene emesso a nome dell’invalido, perciò non è collegato a una determinata autovettura e di conseguenza può essere utilizzato per trasporti da parte di un qualsiasi accompagnatore. La richiesta va rivolta al proprio Comune di residenza, il contrassegno è utilizzabile in tutta Italia e in molti paesi europei.
I titolari di questa autorizzazione possono usarla anche per il transito sulle strade forestali dell'Alto Adige. La Provincia ha però introdotto una limitazione stagionale che permette il transito solo dal 1° aprile al 31 ottobre di ogni anno.

Al seguente link può essere consultata una guida sull'utilizzo del contrassegno in Europa
http://www.up.aci.it/pescara/IMG/pdf/BB_Italian-web_version_v1_contrassegno_disabili_europeo_.pdf


AGEVOLAZIONI SULL’ACQUISTO DI AUTOVEICOLI

I ciechi e gli ipovedenti con un residuo visivo corretto non superiore ad 1/10 oppure con un campo visivo binoculare inferiore al 30% possono beneficiare di agevolazioni fiscali per l’acquisto di autoveicoli. Ciò è possibile solamente se il veicolo viene intestato al minorato della vista oppure ad una persona vedente che ha fiscalmente a carico un non vedente (per esempio genitori
di bambini minorati della vista). Non è necessario si tratti di veicolo adattato per il trasporto di disabili, il suo utilizzo però deve essere prevalentemente riservato al trasporto del minorato della vista.

Nello specifico si tratta delle seguenti facilitazioni:
  • Detrazione del 19% del prezzo d’acquisto (fino ad una spesa massima di € 18.075,99) dall’imposta sui redditi (IRPEF)
  • Iva agevolata al 4%
  • esenzione dalla tassa automobilistica
  • esenzione dall’imposta provinciale di trascrizione (IPT)
  • detrazione dall’IRPEF delle spese di manutenzione straordinaria (solo per i primi quattro anni dopo l'acquisto. Per poter fruire della detrazione le spese per la manutenzione straordinaria sommate all'importo d'acquisto non possono superare € 18.075,99).

Informazioni su limitazioni e condizioni sono reperibili presso l’ufficio sezionale.
Alcuni concessionari offrono sconti speciali per persone invalide, è quindi consigliabile chiedere informazioni a riguardo.

L'IVA con aliquota ridotta nella misura del 4% viene applicata anche in sedi di un contratto di leasing di tipo traslativo di autoveicoli stipulato da soggetti disabili.


CANI GUIDA

Un cane guida per non vedenti può essere utile per la mobilità. È possibile inoltrare la richiesta tramite l’Unione alle apposite scuole per cani guida. La maggior parte delle scuole per cani guida si assume i costi di acquisto e di addestramento. Il tempo di attesa può essere di 1 anno o più e al momento della consegna del cane occorre che il minorato della vista segua un corso di circa 2 settimane.


ACCOMPAGNAMENTO ALLE ELEZIONI

Le persone affette da una minorazione visiva che non possono esercitare autonomamente il diritto di voto possono farsi accompagnare da una persona vedente. Questa deve essere iscritta nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune italiano. Per poter usufruire di tale possibilità è necessario consegnare al Comune un certificato medico che attesti l’impedimento da parte dell’interessato ad esprimere il voto senza aiuto. I ciechi assoluti possono esibire semplicemente il libretto di pensione dei ciechi civili. Il Comune apporrà una relativa sigla nella tessera elettorale personale.


BUONI TAXI PER INVALIDI A BOLZANO

A partire dal 01.02.2019 fino al 31.12.2019 le persone in possesso della tessera “Taxi Mobility” ricevono dal Comune di Bolzano un rimborso di 3 Euro sul prezzo di ogni corsa in taxi, per un massimo di 30 corse. Si tratta di un progetto sperimentale che sostituisce il servizio "TAXI BIS -ZONA 2" ed è valido su tutti i tipi di taxi nella cittá di Bolzano.
Per chi?
Per tutte le persone che hanno una percentuale d’invalidità pari o superiore al 67%, residenti a Bolzano, soli o accompagnati da altre persone.
Cosa occorre?
La tessera “Taxi Mobility”, rilasciata dall' URP -Ufficio Relazioni con il Pubblico (Vicolo Gumer 7 piano terra edificio comunale) o dai Centri Civici di quartiere esibendo la carta d’identità e il tesserino per persone con invalidità civile rilasciato dalla Provincia Autonoma di Bolzano attestante un invalidità pari o superiore al 67%, oppure il relativo verbale di invalidità civile.
Come ottenere il buono?
Al termine della corsa presentare al tassista la tessera “Taxi Mobility” e farsi rilasciare un buono compilato con il numero della tessera e la data/ora della corsa.
Come e dove ricevere il rimborso?
Consegnando il buono ricevuto dal tassista presso l' URP-Ufficio Relazioni con il Pubblico o i Centri Civici di quartiere.
“Taxi Mobility” non è cumulabile con altre tipologie di buoni.


TESSERA ANNUALE PER INVALIDI PER IL TRANSITO SUL PONTE EUROPA (A13)

Ciechi e Ipovedenti con un invalidità superiore al 50% possono richiedere una Tessera Annuale per Invalidi per il transito sul Ponte Europa. La vettura deve essere intestata al minorato della vista. La Tessera Annuale costa 36,00€ (invece di 92,00€) oppure è gratuita se si ha acquistato il bollino annuale per il pedaggio autostradale dell’Austria (Jahresvignette). La Tessera può essere richiesta nell’ufficio del casello autostradale a Schönberg (Tirolo del Nord); la dichiarazione sulla percentuale di invalidità può essere richiesta presso il nostro ufficio.


SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO IN AMBITO DEL SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO

I Ciechi civili possono avvalersi di un servizio di accompagnamento svolto da un volontario del servizio civile nazionale, a patto che l’interessato abbia bisogno di un accompagnatore per motivi di lavoro o di salute o per un’attività sociale. Durante il periodo in cui viene svolto tale servizio, dall’indennità di accompagnamento vengono detratti Euro 93,00. Le domande di richiesta possono essere inoltrate alla Sezione Provinciale dell’UIC che potrà provvede a redigere un relativo progetto della durata di un anno.


5. AGEVOLAZIONI FISCALI IN DIVERSI AMBITI



Nei seguenti ambiti gli invalidi possono avvalersi di agevolazioni fiscali: acquisto di ausili, acquisto di autovetture da parte dei minorati della vista, spese nel settore sanitario, in caso di figli disabili a carico, acquisto e cura di cani guida, lasciti e donazioni, spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche in edifici privati.
I commercialisti o i patronati nonché un opuscolo informativo diffuso dall’Agenzia delle Entrate aggiornato costantemente danno informazioni più dettagliate a riguardo.
In ogni caso è sempre consigliabile far presente la propria invalidità (per esempio durante la stesura della dichiarazione dei redditi).

Di seguito é possibile scaricare la versione di marzo 2017 dell'opuscolo riassuntivo delle agevolazioni previste per disabili in formato pdf:



6. ASSISTENZA PRECOCE, SCUOLA, FORMAZIONE, LAVORO



Ciechi e Ipovedenti nei settori della scuola, lavoro e formazione (integrazione scolastica, collocamento lavorativo, adattamento del posto di lavoro con ausili, pensionamento ecc.) possono usufruire di varie agevolazioni e servizi. Maggiori informazioni sono reperibili al punto del menu Scuola, lavoro, formazione.


7. ABITARE



OTTENIMENTO DI UN’ABITAZIONE

Per la concessione di un contributo per l’acquisto o la costruzione della prima casa da parte dell’Ufficio Promozione Edilizia Agevolata, come pure in caso di assegnazione di un alloggio dell’Istituto Edilizia Sociale, vengono assegnati punti supplementari a seconda della percentuale di invalidità del richiedente o di un familiare. Ulteriori criteri circa l’ottenimento e l’ammontare sono: fabbisogno, situazione finanziaria e patrimoniale della famiglia, numero membri familiari ecc.


ABBATTIMENTO DI BARRIERE ARCHITETTONICHE

L’Ufficio Promozione Edilizia Agevolata concede agli invalidi, nonché ai nuclei familiari aventi un componente disabile, dei contributi per gli adattamenti specifici degli alloggi e delle parti esterne. Ai fini dell’ottenimento e dell’ammontare è decisiva la situazione finanziaria e patrimoniale della famiglia.
A seconda del tipo di intervento e del soddisfacimento dei criteri previsti ci si può avvalere di agevolazioni fiscali come, ad esempio, Iva al 4% e detrazione dall’imposta sui redditi Irpef.


IL CENTRO CIECHI ST. RAPHAEL COME ALLOGGIO

Il Centro Ciechi St. Raphael può essere utilizzato come alloggio da parte di minorati della vista anziani, bisognosi di cura a tempo pieno, esercitanti una professione, frequentatori del laboratorio protetto e vacanzieri.